Una lente d’ingrandimento sul mondo: cosa dobbiamo aspettarci questa settimana?Tempo di lettura stimato: 1 min.

0
35
  1. L’Unione Europea comincia un nuovo, cruciale ciclo. Dopo le elezioni di maggio, il nuovo Europarlamento si incontrerà per la prima volta a partire da lunedì. Nei prossimi mesi verranno decise tutte le importanti cariche europee, con grande attenzione sulla corsa per il posto di Presidente della Commissione (sostituendo l’uscente Juncker) e Direttore della Banca Centrale (al posto di Mario Draghi). Questa legislatura sarà probabilmente decisiva per le sorti e il futuro dell’Europa. Viste le recenti ondate di euroscettiscimo che hanno attraversato il continente, sarà compito degli attuali parlamentari dimostrare l’importanza delle istituzioni europee nella vita di tutti i cittadini.
  2. Martedì la Commissione (ancora composta dai membri uscenti) valuterà il caso dell’eccessivo debito pubblico italiano, per decidere se dichiarare la temutissima procedura d’infrazione, una serie di multe per spingere il Governo a riassestare i conti. Da Bruxelles arrivano segnali positivi, che sembrano indicare come la Commissione intenda posticipare la questione per permettere ai futuri membri di occuparsene. Nel frattempo, il nostro Paese si prepara alla visita del Presidente Putin, che arriverà a Roma giovedì, circa una settimana dopo l’intervista al Financial Times in cui ha dichiarato di come “il liberalismo sia diventato ormai obsoleto”.
  3. I cittadini greci saranno chiamati alle urne. Dopo i deludenti risultati delle elezioni europee, il Primo Ministro greco Tsipras ha deciso di indire elezioni anticipate nella giornata di domenica 7 luglio. Il suo partito, Syriza, sembra essere indietro di circa 10 punti percentuali rispetto allo sfidante, il partito “Nuova Democrazia” di Kyriakos Mitsotakis. La grande questione elettorale rimane come convivere e gestire le pesanti condizioni europee per risanare il bilancio del paese. Salvo sorprese, però, lo scenario più probabile sembra essere uno di ingovernabilità, con nessun partito in grado di ottenere una maggioranza parlamentare

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.