Una lente di ingrandimento sul mondo: cosa dobbiamo aspettarci questa settimana?Tempo di lettura stimato: 1 min.

0
155

1. L’Australia al voto. Sabato il premier uscente Scott Morrison, esponente del partito conservatore, sfiderà il laburista Bill Shorten. Il 29% degli aventi diritto al voto annovera il cambiamento climatico fra le proprie principali preoccupazioni. L’effetto Thunberg si fa sentire anche in capo al mondo?

2. Le Filippine al voto. Nell’arcipelago asiatico il presidente Rodrigo Duterte affronta oggi le elezioni di metà mandato; 12 senatori, 300 parlamentari e 17000 funzionari verranno scelti dal giudizio popolare.

3. Esplode la guerra commerciale fra USA e Cina. Il paese guidato da Xi Jinping ha annunciato che imporrà tariffe per 60 miliardi di dollari su oltre 5000 beni d’importazione americana. Il braccio di ferro segue la decisione dell’amministrazione Trump di raddoppiare i dazi già esistenti sulle importazioni cinesi. Reagiscono male le borse, che aprono al ribasso in Europa e in America.

4. Fra fake news e “bufale”, continua la campagna elettorale per le europee. In Italia, Facebook ha chiuso 23 pagine contenenti informazioni false su migranti, vaccini ed ebrei, metà delle quali sostenevano Lega e Movimento 5 Stelle. In Inghilterra i sondaggi danno in crescita il partito pro Brexit di Nigel Farage, accusato l’anno scorso di aver violato diverse leggi elettorali e di aver contribuito a diffondere fake news durante il dibattito  referendario.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.