L’aeroporto di Tripoli sotto le bombe di HaftarTempo di lettura stimato: 1 min.

0
172
Reuters

L’aeroporto civile di Mitiga, l’unico aerodromo civile operativo di Tripoli, è stato bombardato oggi da due aerei appartenenti alle forze armate guidate dal generale Khalifa Haftar. L’azione, che non pare avere riportato vittime, ha scatenato il panico fra i passeggeri in attesa di imbarcarsi sui rispettivi voli e la dura reazione del governo di Fayez al-Serraj che, secondo quanto riferito da Al Jazeera, ha nuovamente sotto controllo l’aeroporto.

 

Reuters

L’attacco a Mitiga è solo il culmine di una serie di scontri per il controllo della Libia fra le forze del governo di Tripoli guidato da Al-Serraj e le milizie di Haftar che controlla metà del territorio libico e ha come sua “capitale” Tobruk. Da giorni infatti Haftar prova a sconfinare nei territori sotto il controllo di Al-Serraj spalleggiato dalla Russia che ieri sera ha bloccato una risoluzione del Consiglio di Sicurezza dell’Onu contro l’avanzata del generale.

Dure critiche alle azioni di Haftar sono invece arrivate dal governo statunitense che per bocca del segretario di Stato Mike Pompeo ha invitato Haftar a “fermare immediatamente” l’offensiva contro Tripoli, aggiungendo che “non c’è una soluzione militare al conflitto in Libia”. Sulla stessa linea Federica Mogherini, capo della politica estera dell’Ue, che ha rivolto “un appello molto forte ai leader libici, e in particolare ad Haftar a fermare le attività militari in questo momento e tornare al tavolo negoziale sotto gli auspici dell’Onu”.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.