La May ottiene la fiducia: il governo britannico resta in piedi.Tempo di lettura stimato: 1 min.

0
160

Il governo guidato da Theresa May ha ottenuto la fiducia in Parlamento.
Dopo le ultime burrascose 24h in cui l’accordo sulla Brexit era stato duramente bocciato dal Parlamento britannico, la premier inglese è andata incontro ad una mozione di sfiducia presentata dal leader dei Labour Jeremy Corbin. Appena ottenuta la premier si è detta contenta per poter “attuare la Brexit secondo la volontà popolare”.
Il voto di ieri sulla Brexit sembrava dover sancire la fine di questo esecutivo, asfaltato ieri al voto con appena 202 voti favorevoli contro 432 contrari (118 “ribelli” Tories su 317, 248 laburisti su 262, tutti e 35 i deputati nazionalisti scozzesi dell’Snp e 5 indipendenti). Una battuta d’arresto che però oggi la vede riconfermata con 325 voti a favore del governo contro 306 voti contro. Insomma, non una vittoria a tutto tondo ma quanto basta per superare i voti necessari per la fiducia.

Come abbiamo scritto stamani, ad oggi gli scenari sono del tutto incerti. Ciò che è certo grazie al voto di fiducia di oggi è che la May dovrà presentare entro lunedì un “piano B”, il quale sarà discusso e votato nei successivi 7 giorni dal Parlamento.
Intanto l’Europa resta a guardare sperando, forse, che si voti di nuovo sulla Brexit e che il popolo britannico cambi la volontà espressa il 23 Giugno 2016.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.