Kurz trionfa nelle elezioni in Austria. E ora?Tempo di lettura stimato: 2 min.

0
55
Sebastian Kurz nel discorso celebrativo della sua vittoria nelle elezioni 2019

Il trionfo di Kurz in Austria

Il vincitore delle elezioni in Austria è indubbiamente Sebastian Kurz. Il giovanissimo ex cancelliere ha visto il suo partito arrivare nuovamente primo, con una percentuale in rialzo rispetto alle scorse due tornate: al momento si attesta al 37,1% (secondo gli exit poll), più in alto di quanto non lo stimassero i sondaggi.

Risultati delle elezioni 2017, delle europee e delle elezioni 2019 messi a confronto
I risultati delle elezioni in Austria, anno per anno.
Il sistema è proporzionale con soglia di sbarramento al 4%

I grandi sconfitti

Il grande sconfitto delle elezioni in Austria è invece il Partito della Libertà(FPÖ), già vittima dello scandalo Ibiza-Affäre. Il partito, all’estrema destra del Parlamento austriaco, cala ulteriormente dopo la sconfitta delle europee. A guidarlo è oggi Norbert Hofer, il quale vorrebbe “riportare Kurz a destra”.

I numeri per una nuova alleanza ÖVP-FPÖ ci sono ancora, e non si può escludere del tutto che Sebastian Kurz, trionfante dopo queste elezioni, non voglia tornare dai vecchi alleati. I due partiti sono particolarmente vicini sulla questione immigrazione.

Anche il Partito Socialista (SPÖ) non registra un’ottima performance, con un ulteriore calo. Rimane però saldo in seconda posizione. Tuttavia, è improbabile che Kurz decida di tornare alla Große Koalition che per tanto tempo ha governato l’Austria: la sua stessa elezione è stata nel segno del rinnovamento rispetto a questa formula.

Exploit dei Verdi

Un altro protagonista delle elezioni sono stati i verdi (Grünen), che confermano lo straordinario risultato delle europee: 14%. La lista Ora! (Jetzt!), scissione a sinistra dei verdi, non riesce per la seconda volta a superare lo sbarramento, trovandosi in una situazione inversa rispetto a quella del 2017. Anche gli altri partiti minori rimangono fuori dal Parlamento.

Quali maggioranze?

Con un risultato simile, chiaramente nessuna maggioranza potrà escludere Sebastian Kurz dal governo dell’Austria. Tuttavia, egli non ha nemmeno i numeri per governare da solo: vediamo quali sono le possibilità.

 

Possibili maggioranze nel Parlamento austriacoLe maggioranze possibili sarebbero quattro.

Una, come già detto poco probabile, sarebbe la Große Koalition tra popolari e socialisti.

Alternativamente, potremmo vedere una riedizione della maggioranza pre-scandalo, che sarebbe facilitata da un’eventuale fuoriuscita di Strache dall’FPÖ (talvolta suggerita) per fondare un nuovo partito: questo laverebbe via lo scandalo che lo colpiva personalmente.

La terza e la quarta possibilità, simili tra di loro, sono un unicum nella storia austriaca. I numeri consentirebbero infatti una maggioranza dei popolari con i Grünen. Tuttavia, a causa dei numeri stretti (sempre in base agli exit polls) e per una questione di bilanciamento, diversi analisti oppongono invece una coalizione più ampia: popolari, verdi e liberali di Neos.

 

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.