In Ohio una nuova proposta di legge prevede la pena di morte per l’abortoTempo di lettura stimato: 1 min.

0
101

In Ohio, stato dell’entroterra statunitense, i politici del parlamento statale stanno considerando di approvare una legge che renderebbe di fatto l’aborto punibile con l’ergastolo o la pena di morte. Questo significherebbe equipararlo ad un omicidio tramite il cambio della definizione di feto in “unborn human”, ossia “umano non nato.

Se il feto dovesse essere riconosciuto come umano, allora l’applicazione del reato di omicidio sarebbe inevitabile.

Sarebbero criminalizzati anche i casi di: stupro, incesto o in cui si rischia la vita della madre.
Ogni metodo usato per applicare l’aborto avrebbe uguale peso, che sia “tramite, ma non solo, metodi chimici, medici o chirurgici”.
Il medico colpevole di aver praticato un aborto andrebbe incontro ad un possibile ergastolo ed una multa di 2500 dollari.
Prima di questa proposta (House Bill 565), l’ultima proposta del genere in Ohio, il cosiddetto “heartbeat bill”, è già passato in Parlamento e sta per essere discusso in Senato.
L’heartbeat bill è una riforma che se approvata, criminalizzerebbe ogni aborto avvenuto da quando il battito del cuore del feto è percepibile.
Il governatore John Kasich, seppur repubblicano, comprendendo la portata nazionale dell’eventuale riforma, ha minacciato il veto sulla stessa ma un voto dei 3/5 sia in Parlamento sia in Senato basterebbe ad andare oltre il veto. Uno scenario in cui sia l’House Bill 565 e l’Heartbeat Bill diventano legge non è lontano dalla realtà.

In uno stato di diritto, non ci si aspetterebbe di leggere tale notizia. Vi aggiorneremo sull’evoluzione dei fatti.

https://www.independent.co.uk/…/ohio-abortion-ban-death-pen…

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.