G7: bilancio positivo o negativo?Tempo di lettura stimato: 2 min.

0
169
Il neopremier britannico Boris Johnson e il presidente americano Donald Trump insieme al G7 a Biarritz in Francia. [crediti foto: Open]

Pochi giorni fa si è chiuso il G7 a Biarritz in Francia, e tanti opinionisti politici si chiedono se il bilancio del summit debba considerarsi positivo o negativo. Protagonista, come atteso, è stato l’asse anglosassone rappresentato dal presidente americano Trump e dal neopremier britannico Boris Johnson. Il primo era ovviamente chiamato a rispondere ai tanti temi dove la potenza americana gioca un ruolo fondamentale, come la guerra commerciale con Pechino, la questione ambientale legata anche all’Amazzonia e i tesi rapporti con l’Iran. Il secondo invece era al centro della scena per la sua strategia sulla Brexit. Come si sono comportati quindi i due leader di Stati Uniti e Regno Unito?

Donald Trump, spesso stravagante e imprevedibile, ha mostrato un atteggiamento quasi conciliante. Ci si aspettava infatti quasi un G7 “6 vs 1”, ovvero tutti contro il presidente americano. Invece, Trump ha aperto alla possibilità di ristabilire il tavolo negoziale con la Cina per diminuire l’intensità della guerra di dazi. Inoltre, è emersa una posizione comune e condivisa sui fatti riguardanti l’Amazzonia, si sono prese decisioni per gli aiuti allo sviluppo in Africa, si sono ridotte le distanze tra Macron e Trump per quanto riguarda la webtax e infine c’è stata un’apertura significativa a Teheran, vista anche l’inedita presenza del ministro degli esteri iraniano. Guardando quindi al lato americano, si potrebbe concludere che il G7 ha certamente avuto un bilancio positivo.

Boris Johnson ha invece seguito ciò che tutti gli analisti si aspettavano: si è posto come un uomo deciso a portare il Regno Unito fuori dall’Unione Europea a tutti costi entro la data stabilita di ottobre. Tuttavia, dall’altra parte i rappresentanti dei più importanti Paesi europei non hanno mostrato segnali di arretramento, rendendo ancora più evidente la situazione di stallo.

Il bilancio del G7 è quindi positivo o negativo? Potremmo concludere che segnali verso un maggiore multilateralismo e un rafforzamento della cooperazione tra le maggiori democrazie con sistema capitalista si sono visti. Ma è pur vero che spesso questi summit istituzionali rischiano di essere solo dichiarazioni non seguite da concrete azioni. Solo il tempo quindi ci dirà il vero esito di questo incontro.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.