Cronache dal 4 Marcio — 57esimo Bollettino SettimanaleTempo di lettura stimato: 1 min.

0
163

Anno domini 19 d.C. (dopo Craxi): a distanza di cinquantasette settimane dalle elezioni del 4 marcio a pochi giorni dal 25 aprile sono in pochi a sentirsi liberati.

Non si sente liberato il Ministro Salvini che il giorno della Liberazione si è recato a Corleone, luogo simbolo della mafia, per chiedere chi volessero al posto del Sottosegretario Siri.

Non si sente liberato il Presidente Sergio Mattarella che ha espresso alcuni dubbi sulla Legittima Difesa approvata dal Governo: “ma quindi posso spararvi quando venite a presentarmi la prossima manovra economica?”.

Ma si sente liberato Luigi Di Maio che ha tolto il follow su Instagram a Matteo Salvini. L’invidia è una brutta bestia.

Film della settimana: Roma città aperta. Il modello a cui Zingaretti si ispira dichiarando il Pd “lista aperta”.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.