Cronache dal 4 Marcio — 54esimo Bollettino SettimanaleTempo di lettura stimato: 1 min.

0
124

Anno domini 19 d.C. (dopo Craxi): a distanza di cinquantaquattro settimane dalle elezioni del 4 marcio sono i molti a svegliarsi dal letargo.

Si sveglia dal letargo Luigi Di Maio che ha scoperto la “deriva di ultradestra” della Lega ed è furioso. Chissà come reagirà quando scoprirà di esserci al governo insieme.

Si sveglia dal letargo il ministro Salvini improvvisamente sicuro che nel suo ruolo bisogna “assumersi responsabilità altrimenti si può sempre fare il panettiere”. Strano: a noi risulta che fra i due quello a non farsi processare non sia stato il panettiere.

Si sveglia dal letargo il Premier Conte che ha testualmente invitato il ministro dell’Economia a “stare sereno”. Per ulteriori informazioni rivolgersi a Enrico Letta.

Ma non si sveglia dal letargo la scrittrice Elena Stancanelli critica verso il quindicenne di Torre Maura per il suo italiano non correttissimo. Giusto per ricordarci perché certa sinistra è arrivata a percentuali anoressiche.

Canzone della settimana: Domani. Per ricordarci che dopo dieci anni la speranza vale ancora qualcosa.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.