Cronache dal 4 Marcio — 40esimo Bollettino SettimanaleTempo di lettura stimato: 1 min.

0
171

Anno domini 18 d.C. (dopo Craxi): a distanza di quaranta settimane dalle elezioni del 4 marcio sono un po’ tutti nel pallone.

Sono nel pallone gli ultras del calcio, imbarazzati dall’appoggio di un ambiguo personaggio che ha già collaborato con vari delinquenti: Matteo Salvini.

È nel pallone, il presidente dell’Anticorruzione Raffaele Cantone sbigottito dalla riforma degli appalti del governo che renderà più semplice aggirare la legge: “Ma non erano quelli di onestà onestà?”. Certo, poi sono andati al governo.

È nel pallone il ministro Tria esasperato dalle critiche dell’opposizione: “Mi avete massacrato! Provateci voi a spiegare l’economia alla Castelli!”

È nel pallone Luigi Di Maio che di fronte alle critiche bipartisan sulla stangata alle associazioni di volontariato ha constato rammaricato: “Allora non si bevono proprio tutto…”

Ma non sono nel pallone gli italiani che pagano 650 euro per vedere Chiara Ferragni che si trucca: sempre meglio di quelli che pagano 2 euro per vedere un partito che si incula da solo.

Film della settimana: Amici come prima. Il ritorno in pompa magna di una grande coppia comica che pareva essersi allontanata e ha addirittura deciso di festeggiare capodanno insieme. Stiamo parlando di Luigi Di Maio e Alessandro Di Battista.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.