Cosa dobbiamo aspettarci questa settimana?Tempo di lettura stimato: 1 min.

0
42

1) Il G7 si riunisce a Biarritz. Dal 24 al 26 agosto la cittadina francese ospiterà i leader di 7 nazioni che, nel dopoguerra, erano considerate le piú importanti potenze economiche del globo: Italia, USA, Canada, Francia, Germania, Giappone e Regno Unito. Nonostante i nuovi equilibri economici vedano primeggiare Cina, India e Indonesia, il G7 rimane un importante summit politico. Al centro del dibattito ci saranno l’accordo nucleare con l’Iran, la tassazione delle grandi multinazionali (tra cui Google e Facebook) e la Brexit.

2) Il PdC Conte si rivolgerà domani al Senato per scongiurare la caduta del proprio governo e l’ennesimo ritorno al voto o, secondo alcuni, per dimettersi. Se Conte perdesse la fiducia dei deputati, il presidente Mattarella avvierebbe le consultazioni per sondare la possibilitá che si formi una nuova maggioranza. In alternativa, un governo istituzionale potrebbe subentrare fino alle elezioni.

3) Continua l’odissea dei migranti sulla nave Open Arms. Dopo 18 giorni di stallo, la Spagna si é offerta di far sbarcare i migranti a Minorca, nelle Isole Baleari. Una soluzione accolta dalla ONG responsabile della nave, che peró si rifiuta di continuare per mare a causa delle condizioni precarie dei migranti. Il Viminale sta quindi pensando ad un metodo alternativo per trasferire le persone a bordo: l’ipotesi piú probabile é che vengano scortati da navi militari italiane. Un’opzione considerata “folle” dall’equipaggio della Open Arms: un viaggio in aereo sarebbe infatti molto meno costoso e strenuante per le persone soccorse.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.