Brexit, May ed elezioni europee: che confusione!Tempo di lettura stimato: 1 min.

0
104

Se sembrava che non dovessimo più sentir parlare di Brexit per qualche mese, fino alla nuova scadenza del 31 ottobre, ci sbagliavamo. Infatti dopo che il Primo Ministro britannico ha presentato un nuovo “deal” al parlamento, nessuno sembra più volerla come leader. Il “Times” dice che annuncerà le dimissioni già domani, dopo le elezioni europee. Ma come mai si è arrivati a questo punto?

Nella nuova proposta di accordo di uscita dall’UE da parte della May, per andare più incontro alle opposizioni, era contemplata la possibilità di votare per un secondo referendum. Questo ha fatto “evaporare” la fiducia nei suoi confronti, anche da parte del suo partito, che nei sondaggi delle urne aperte questa mattina è dato al quinto posto, a meno del 10% di voti.
Ma ciò che ha creato ancor più scompiglio attorno al Primo Ministro sono state le dimissioni della Leader della Camera dei Comuni Andrea Leadsom, da sempre pro-brexit, che ha definito la proposta di Theresa May “pericolosamente divisiva”.
Tuttavia, la May ci ha abituati alla sua caparbietà nel suo intento di raggiungere un “Brexit deal”, in quanto non vorrebbe uscire dall’UE senza un accordo. Aveva annunciato che la sua prossima proposta doveva passare, perché altrimenti, con 4 bocciature, trovarne una quinta sarebbe risultato estremamente complicato.
Infatti, non essendo andato nemmeno al voto l’emendamento che includeva un secondo referendum, stamattina è arrivata la voce che la May non voglia dimettersi e che domani riproverà a presentare un accordo di uscita dall’Unione Europea.

Insomma a nessuno è chiaro ciò che accadrà alla povera Theresa May, certo è che mai come ora una maggioranza così folta chiede le sue dimissioni, oppositori e membri del suo partito. Dovremo aspettare il risultato delle elezioni per saperne di più e sicuramente seguiranno aggiornamenti.
Dovessero esserci le dimissioni, cosa accadrebbe? E poi, con l’UE che ha più volte rimarcato la posizione secondo cui non può più concedere nulla, un nuovo leader sarebbe in grado di ottenere di più?

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.